Formazione e coordinamento all’Ascolto

Il servizio di formazione e coordinamento all’ascolto della Caritas Lodigiana offre opportunità di aggiornamenti, contatti e supporti operativi ai Centri di ascolto della Diocesi.

Sostiene i responsabili Caritas locali nella promozione e nell’accompagnamento dell’esperienza dei Centri di ascolto sul territorio.

E’ a disposizione per:

  • Organizzare percorsi formativi di base per gruppi che intendono costituire un Centro di ascolto o volontari interessati a inserirsi in un Centro di ascolto già operativo;
  • Programmare corsi di formazione di secondo livello per operatori che hanno già maturato una significativa esperienza in un Centro di ascolto;
  • Condurre incontri di verifica-supervisione per le singole équipe;
  • offrire consulenze telefoniche (o via mail) su situazioni particolarmente complesse seguite dal Centro di ascolto;
  • Elaborare strumenti per la verifica e l’autoformazione dei volontari o a supporto dell’attività del Centro di ascolto;
  • Fornire aggiornamenti su tematiche di interesse specifico dei Centri di ascolto;
  • Dare informazioni e facilitare il collegamento fra i Centri di ascolto e i servizi di Caritas Lodigiana (e viceversa);

Documenti per la formazione e strumenti

Il servizio di ascolto in Caritas
La presa in carico al Centro d’ascolto
La presa in carico in un centro di Ascolto – slide

Dossier Reddito di Inclusione

Cosa è il Reddito di Inclusione

Calcolo ISREE

Modulo domanda REI

Rete Territoriale Caritas – CRS Nov 2019

Coordinamento

FAQ

Lettera accompagnatoria per iscrizione 2019

Rete URCA Nov 2019

Domanda iscrizione al Coordinamento 2020

Scheda per l’ascolto 2020 OSPOWEB

Modulo privacy cda parrocchiali 2020

Criteri sociali di ammissione alle misure di aiuto 2019

Dichiarazione attestante condizione di fragilità

Autocertificazione Stato di Famiglia

OspoWeb

Abbiamo aperto di recente una pagina dedicata al sistema di raccolta dati OspoWeb. Clicca qui per navigare.

Distribuzione cibo – AGEA

Caritas Lodigiana aderisce al Programma Operativo I relativo al “Fondo di aiuti europei agli indigenti” (FEAD) che, tramite “Agenzia per l’Erogazioni in Agricoltura” (AGEA) in Italia, partecipa ai bandi europei e permette la distribuzione di generi alimentari agli indigenti. Vai alla pagina Distribuzione cibo.

URCA

2017/2018 URCA 3 – Equipe, Verifica, formazione continua

Il 20 settembre 2017 si è svolto il primo incontro 2017/18 di formazione per operatori dei centri d’ascolto.

Slides incontro 20 settembre 2017.

2016/17 URCA 2 – Una rete che si coordina

Il progetto di coordinamento dei punti di ascolto delle Caritas parrocchiali nel 2016 ha  coinvolto più di 40 parrocchie della nostra diocesi.
Attraverso questo progetto i Centri/punti di ascolto imparano a lavorare in rete, condividendo prassi e stile dell’azione. Il coordinamento prevede l’utilizzo di gestione degli ascolti in rete DATI CARITAS, in vista di una maturazione delle capacità di osservazione della rete parrocchiale degli ascolti.

2015/16 URCA 1 – Una rete che ascolta

E’ un percorso che si fonda sulla logica della pedagogia del fatti. Si impara facendo. Si propone ad un volontario di un centro di ascolto parrocchiale di venire 4 giorni in un mese al Centro d’ascolto diocesano, affiancati da operatori del CDA. Ogni giorno, per un mese, 3 ore di full immersion possono aiutare ad entrare nell’ottica dell’ascolto gratuito. Al termine del mese è previsto un incontro a partire dall’esperienza fatta per ritornare nel proprio centro di ascolto.

Progetto “Ti ascolto bene

Lo scopo del progetto è di formare e aiutare i referenti parrocchiali ed i volontari per l’ascolto con l’affiancamento di una coppia di operatori con tempi e modalità da concordare.

I destinatari diretti sono quindi i  volontari e animatori dell’ascolto nelle parrocchie con l’obiettivo di offrire alle Caritas parrocchiali attive o attivabili nel percorso URCA (Una Rete Che Ascolta) momenti di formazione e di accompagnamento.

In particolare sugli operatori dell’ascolto:

–    Attivare la dimensione dell’ascolto secondo metodologie di approccio condivise.
–    Animare, formare e promuovere volontari capaci di porsi in atteggiamento di ascolto.
–    Favorire la messa in rete degli ascolti attraverso il software condiviso “dati.caritas”.

Sugli altri beneficiari:

–    Aiutare il nucleo famigliare ad utilizzare le proprie potenzialità.
–    Favorire la presa in carico del caso da parte dei servizi del territorio e/o con interventi diretti.
–    Contribuire a sensibilizzare la comunità cristiana sulla realtà delle persone in difficoltà.

Le attività svolte sono:

– Attivazione di una squadra di due persone che si dedichi all’ascolto e alla formazione in parrocchia per un giorno alla settimana da definire con le parrocchie aderenti;
– Formare gli animatori e volontari alle metodologie e prassi di ascolto della Caritas;

Risorse strumentali per le Caritas Parrocchiali aderenti:
– Iscrizione a URCA;
– Disponibilità di telefono e computer dedicati con connessione di rete;

Referente

Pito Maisano
tel 0371 948128 – 370 1112314
osservatorio.caritas@diocesi.lodi.it

  • Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi