Vicini e solidali: alluvione Emilia-Romagna

Caritas Italiana ha seguito subito con apprensione quanto accaduto in Emilia Romagna, devastata in questi giorni da forti nubifragi e allagamenti, dopo quelli già avvenuti ad inizio mese, ed ha espresso il suo cordoglio per le vittime e la sua vicinanza alle popolazioni colpite, in particolare a quanti sono stati costretti a lasciare le proprie abitazioni.

Nei paesi colpiti dai forti nubifragi e dalle frane perdura una situazione difficile, soprattutto per chi ha visto le proprie abitazioni o attività lavorative sommerse dal fango e ha perso tutto. Anche se la situazione meteo sembra migliorare, restano parti di città e molte case allagate.

“Molti piccoli paesi – riferisce il Delegato regionale delle Caritas dell’Emilia Romagna, Mario Galasso – sono bloccati a causa delle frane, e alcune persone risultano ancora irraggiungibili. Il sole asciuga ma al contempo compatta il fango, rendendo difficile la sua rimozione[…] In tutte le diocesi si sono resi disponibili moltissimi volontari, provenienti dalle più disparate realtà (parrocchie, associazioni ecclesiali e laiche, ecc.), e anche persone di altre confessioni religiose, come la decina di giovani musulmani che hanno dato una mano a ripulire dal fango il Seminario di Forlì, o i rappresentanti della Sikhi Sewa Society che hanno supportato la Caritas di Faenza.

Così il servizio al prossimo diviene anche un luogo di incontro e di dialogo. “Ma al momento la priorità rimangono le persone. In coordinamento con i Comuni cerchiamo di venire incontro alle loro esigenze pratiche e a supportarle anche dal punto di vista psicologico. Il bisogno più impellente rimane liberare le abitazioni e i locali dall’acqua e dal fango, in modo da far ritornare le persone sfollate quanto prima nelle loro case”, conclude Mario Galasso.

Papa Francesco ha già espresso la sua vicinanza alle popolazioni colpite da queste calamità e ha ricordato la sua enciclica del 2015 sulla cura della casa comune.

“Il suo messaggio, alla luce di quanto continua ad avvenire in Italia e nel mondo, rimane di drammatica attualità: è sempre più necessaria una ‘conversione ecologica’, un ‘cambiamento di rotta’ affinché l’uomo si assuma la responsabilità di un impegno per ‘la cura della casa comune’. Impegno che include anche lo sradicamento della miseria, l’attenzione per i poveri, l’accesso equo, per tutti, alle risorse del Pianeta”

ricorda il Direttore di Caritas Italiana, don Marco Pagniello.

È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana per questa emergenza, utilizzando il modulo donazioni qui sotto.

Emergenza alluvione Emilia-Romagna

Vicini e solidali alla popolazione colpita dall’alluvione in Emilia-Romagna. Sostieni gli interventi di Caritas Italiana per questa emergenza

Ricorda che se lo desideri puoi detrarre la tua donazione dalle tasse.

Seleziona il metodo di pagamento

Puoi scegliere di donare con Paypal (è possibile donare con carta di credito senza creare un account) o vecchio stile con un bonifico.

Informazioni Personali

Ti chiediamo giusto le informazioni indispensabili per procedere. Per potere usufruire della detrazione dovrai fornirci il codice fiscale (maggiori informazioni nella mail che ti arriverà).

Totale Donazione: €50,00

  • Condividi:

Condividi con noi

Video Gallery Caritas

Prossimi eventi

No Events

Calendario

<< Giu 2024 >>
lmmgvsd
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi