Carrello 0 x

Il progetto

Questo progetto entra a far far parte della storia della comunità, se si colloca in uno spazio preciso, significa che c’è anche una storia che lo ha generato

Don Vincenzo, parroco S. maria ausiliatrice

Se ti è piaciuto il video visita la sezione dedicata con gli altri video di don Vincenzo e quello della posa della prima pietra del dormitorio avvenuta in occasione della IV Giornata dei Poveri.

La Parrocchia dell’Ausiliatrice, in centro a Lodi, ha messo a disposizione della Diocesi il Convegno San Giuseppe, voluto dal Venerabile don Luigi Savaré, che in passato è stato luogo di ritrovo dove gli anziani della città di Lodi si incontravano per giocare a bocce o a carte. Da ormai un anno questo spazio è in disuso a causa del mancato ricambio generazionale, con la conseguente riduzione del numero di persone che lo frequentavano.

Il progetto che proponiamo prevede la trasformazione del Convegno San Giuseppe in una “Cittadella della Carità” che si chiamerà Casa San Giuseppe: oltre alla creazione di un nuovo dormitorio, vorremmo spostare in quella sede il Centro d’Ascolto a bassa soglia della Caritas Diocesana e il Centro Diurno. Si porterebbe così a compimento il percorso di ricollocamento dei servizi per la Grave Emarginazione al centro della città, intrapreso in occasione del Giubileo della Misericordia.

Il progetto mira a trasformare la zona delle piste da bocce nel dormitorio, la segreteria, lo spogliatoio e i servizi igienici in una zona lavanderia e docce, e ricavare dalla parte antistante, dove si trovavano il bar e la veranda, la nuova sede del Centro Diurno e del Centro d’Ascolto.

Per quanto riguarda il dormitorio si prevede la realizzazione di 5 stanze, per un totale di 28 letti. Ad ogni letto corrisponderà un armadietto, in cui gli ospiti potranno depositare i loro averi, e vi saranno dei separé tra un letto e l’altro, per la tutela della privacy.