ambiente

inserimento lavorativo

amicizia

L’orto nel cortile

La Coperativa Il Mosaico, la Caritas Lodigiana e l’associazione Il Cortile hanno dato  vita ad una attività che favorisca la valorizzazione e l‘emancipazione di persone in situazione di fragilità temporanea o permanente, attraverso una rete di relazioni interpersonali e l’esperienza del lavoro agricolo. L’agricoltura infatti ha i tempi umani della natura e delle stagioni e, se correttamente praticata, costituisce anche un elemento di salvaguardia dell’ambiente e della sua ecologia.

L’obiettivo è quindi quello di poter offrire una attività occupazionale che oltre ad offrire la gratificazione del risultato concreto del proprio lavoro offra anche una remunerazione monetaria importante per alcuni prima di tutto nell’ottica di un recupero di autostima e per altri anche necessaria a risollevare una situazione di emergenza economica. Tale obiettivo lo si vuole realizzare in un ambito di rete territoriale (di cui già questo progetto stesso costituisce un primo elemento essendo composto da realtà diverse) aperta alla collaborazione con altri enti ed associazioni ed aperta alla collaborazione di volontari che vogliano contribuire all’attività come forma di condivisione e solidarietà con persone più svantaggiate.

L’orto è nato nei campi della Cascina Fanzago di Lodi (di proprietà del Cortile). L’idea è quella di sviluppare un nuovo ramo imprenditoriale per cercare di ampliare e differenziare le proprie attività lavorative e creare nuovi posti di lavoro per persone che, a causa di una disabilità psichica o psichiatrica, hanno bisogno di un contesto lavorativo “protetto”, capace di adattarsi ai loro ritmi e alle loro esigenze specifiche. In tale attività potranno essere inserite anche persone in stato di fragilità economica e sociale individuate dalla Caritas a cui verrà così fornita una risposta lavorativa (tipicamente temporanea) come contributo al rafforzamento personale e del contesto familiare. La vicinanza delle famiglie che abitano alla Fanzago permetterà inoltre di costruire relazioni umane improntate al mutuo rispetto tramite momenti di familiarità anche all’interno della Cascina.
L’attività nella cascina Fanzago è un’attività di agricoltura rispettosa dell’ambiente perché si lavorerà solo con elementi naturali, escludendo l’utilizzo di prodotti di sintesi. Inoltre si lavorerà per una produzione tipica, locale e stagionale, nell’ottica di uno sviluppo ecosostenibile, attento al rispetto dell’ambiente e alla conservazione delle risorse.
Seguirà inoltre un’attività di promozione e commercializzazione dei prodotti, che sarà rigorosamente a Km 0, quindi limitata alla provincia di lodi e territori limitrofi.

  • Condividi:

Se «i deserti esteriori si moltiplicano nel mondo, perché i deserti interiori sono diventati così ampi»,[152] la crisi ecologica è un appello a una profonda conversione interiore. Tuttavia dobbiamo ancOrto nel cortile-sitohe riconoscere che alcuni cristiani impegnati e dediti alla preghiera, con il pretesto del realismo e della pragmaticità, spesso si fanno beffe delle preoccupazioni per l’ambiente. Altri sono passivi, non si decidono a cambiare le proprie abitudini e diventano incoerenti. Manca loro dunque una conversione ecologica, che comporta il lasciar emergere tutte le conseguenze dell’incontro con Gesù nelle relazioni con il mondo che li circonda. Vivere la vocazione di essere custodi dell’opera di Dio è parte essenziale di un’esistenza virtuosa, non costituisce qualcosa di opzionale e nemmeno un aspetto secondario dell’esperienza cristiana. (estratto dalla Laudato si’-  Lettera enciclica di papa Francesco)

Immagini e video

Contatti

  • Cascina Fanzago - Lodi

Info:

Via Cavour 31
Tel. 0371.948130
servizi.caritas@diocesi.lodi.it