Inondazioni Perù

In questi ultimi giorni in Perù le piogge torrenziali e le inondazioni che hanno interessato i dipartimenti di Lima, Ica, Arequipa, Piura, Tumbes e Chiclayo hanno portato ad un bilancio, non ancora definitivo, di decine di morti e più di mezzo milione di persone colpite, oltre a danni alle strutture. Nello specifico sono state distrutte 6.500 abitazioni, 27 scuole e un Centro di Assistenza Sanitaria.

Negli ultimi due mesi, sono state 38 le emergenze causate da fenomeni naturali in 18 dei 25 dipartimenti del Perù. Un maltempo che sembra non cessare: imperversa il fenomeno del “Niño costero”, che si produce per un riscaldamento straordinario delle acque del Pacifico. Queste acque evaporano in grande quantità e si condensano in alta montagna causando temporali che, a loro volta, riversando al suolo notevoli quantità di piogge, generano l’esondazione dei fiumi.

Domenica 19 marzo, Papa Francesco, dopo la recita dell’Angelus in Piazza San Pietro, ha detto: «Voglio assicurare la mia vicinanza alla popolazione del Perù, colpita da devastanti alluvioni. Prego per le vittime e per quanti sono impegnati nel prestare soccorso».

Caritas Perù si era già attivata con le seguenti azioni:
•    richiesta di informazioni e visite alle Caritas diocesane coinvolte, per redigere un piano delle necessità;
•    trasferimento di fondi a ciascuna delle Caritas dei territori colpiti;
•    invio di circa 12 tonnellate di aiuti umanitari alle zone colpite;
•    lancio di una campagna di raccolta di donazioni materiali e finanziarie.

Ad oggi, attraverso le Caritas diocesane, ha distribuito:

•    Cáritas Chosica: assistenza a 554 famiglie con 36 tonnellate tra alimenti, vestiario e calzature, prodotti per l’igiene e attrezzi;
•    Cáritas Ica: assistenza a 199 famiglie con 13,5 tonnellate tra alimenti, vestiario, acqua e prodotti per l’igiene, attrezzi e utensili da cucina;
•    Cáritas Piura Tumbes: assistenza a 250 famiglie con 16,5 tonnellate di aiuti tra alimenti, vestiario, acqua e prodotti per l’igiene, attrezzi e motopompe;
•    Cáritas Chiclayo: assistenza a 292 famiglie con 11 tonnellate tra alimenti, vestiario, acqua e prodotti per l’igiene, attrezzi, motopompe e purificatori d’acqua.
Sono stati inviati aiuti umanitari anche alle Caritas di Chulucanas, Cañete Yauyos, Camaná, Selva Central e Chulucanas.

Complessivamente sono state distribuite 89 tonnellate di aiuti umanitari alle popolazioni colpite, raggiungendo oltre 2.000 famiglie.
Caritas Italiana ha espresso vicinanza a Caritas Perù ed è pronta a sostenerne gli sforzi.

Donazione ON LINE

Potete usare il vostro conto Paypal, se ne avete uno, oppure la vostra carta di credito (Visa o Mastercard) o carta PostePay. Basta cliccare sul pulsante qui sotto per avviare la transazione sicura.

DONA ORA

Per poter detrarre la tua donazione invia la ricevuta del tuo versamento a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it, indicando il tuo nome, indirizzo e codice fiscale.
Per sostenere un progetto o un segno di servizio specifico indicalo sempre nella causale.

Donazione diretta

presso la sede della Caritas Lodigiana, via Cavour 31 a Lodi (orari: da Martedì al Sabato dalle ore 9.00 alle 12.30)

Offerte ordinarie tramite Bonifico

DIOCESI DI LODI CARITAS  IBAN  IT25Z0335901600100000122184

Offerte deducibili tramite Bonifico o A/B

Il bonifico intestalo a ASSOCIAZIONE EMMAUS ONLUS (strumento operativo della Caritas Lodigiana)
IBAN IT96I0335901600100000122204. Dopo il versamento inviare una mail per la richiesta della ricevuta a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it

  • Condividi:

Condividi con noi

Video Gallery Caritas

Flickr Caritas

  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr

Prossimi eventi

Calendario

<< Lug 2018 >>
lmmgvsd
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5