Terremoto Centro Italia

amatrice neveLe tre forti scosse che mercoledì 18 gennaio hanno nuovamente colpito il centro Italia, avendo tra gli epicentri proprio Amatrice e la zona con cui siamo gemellati, sono state un duro colpo per le popolazioni colpite dal terremoto.

Caritas Lombardia ha immediatamente contattato telefonicamente don Fabrizio Borrello, direttore Caritas Rieti e Fra Massimo, (frate conventuale presente nella nostra zona gemellata di S. Giusta) che ci hanno comunicato l’ulteriore sgomento della popolazione e le fatiche immaginabili.

A S. Giusta dove sono presenti alcuni container della Caritas i frati conventuali, hanno cominciato a portare persone anziane in difficoltà; la situazione attualmente è difficile da monitorare in quanto la neve alta rende difficili spostamenti e comunicazioni.

Caritas Lombardia segue constantemente la situazione e l’arrivo definitivo, nei prossimi giorni, dei suoi operatori permetterà di meglio monitorare la situazione e attivare ulteriormente il nostro territorio per dei gesti di solidarietà. 

Proprio pochi giorni prima di Natale grazie all’aiuto delle parrocchie e altre realtà del lodigiano Caritas Lombardia ha consegnato a 6 famiglie di Amatrice i primi 6 moduli abitativi. I nuclei famigliari beneficiari sono stati individuati tra quelli in situazione di maggior fragilità per danni abitativi e precarietà lavorativa. In alcuni casi si tratta di allevatori, che hanno scelto di non trasferirsi negli alberghi della costa per poter continuare a lavorare nelle loro aziende. In altre situazioni si tratta di anziani, che hanno preferito rimanere nei luoghi dove hanno vissuto tutta la vita o giovani famiglie che hanno deciso di restare per ricominciare.

Tra queste storie quella di Paolo, 65 anni, ex impiegato a Roma, che quando si è ritirato in pensione ha scelto di tornare nel suo paese d’origine: «Tornare qui era il sogno di tutta una vita… Ora ho preferito questa sistemazione provvisoria a una camera in albergo, per dare un segnale anche agli altri: se ce ne andiamo tutti questi luoghi moriranno…».

I moduli consegnati sono monoblocchi coibentati, totalmente arredati e riscaldati dotati di bagno, doccia e cucina elettrica; realizzati in tre soluzioni (6×2,5 – 8×2,5 – 10×2,5 metri) in relazione alla composizione del nucleo familiare.


Tra i progetti realizzati da Caritas Lombardia c’è anche l’allestimento in piazza Mazzini, nel cuore di Rieti, di una tendostruttura riscaldata dove è stata trasferita la Mensa dei Poveri di “Santa Chiara”, il cui edificio è stato gravemente lesionato dal terremoto. La mensa è rimasta sempre attiva anche durante i primi giorni dell’Emergenza fungendo anche da Dormitorio nei momenti più difficili subito dopo il sisma. Aperta 7 giorni su 7, offre la cena ogni sera a circa 70 persone ed è totalmente gestita da una squadra di volontari della Caritas di Rieti.


E’ operativa nei centri maggiormente colpiti dal Sisma l’Attività di Ascolto delle persone presenti, con particolare attenzione alle fasce più deboli. Accanto alla risposta ai bisogni primari, Caritas Lombardia sostiene le popolazioni colpite con contributi al reddito, forniture di beni e strumenti per favorire la ripresa delle attività economiche soprattutto nelle aree rurali. In alcune zone – come ad es. Arquata, Acquasanta, Montegallosono già attive fin dai primi giorni dell’Emergenza Laboratori di Doposcuola ed Animazione Giovanile.

In questo mese di Gennaio è previsto la partenza di un progetto di miglioria della qualità abitativa di un micro-campo autonomo che alcuni abitanti hanno creato nella frazione di Cossito.

A seguito dei terremoti avvenuti in Centro Italia a partire dal 24 agosto 2016, molte famiglie hanno perso le loro abitazioni private. Dopo una prima fase trascorsa in tendopoli, le famiglie avevano solo due alternative: andare a vivere in una stanza di albergo, o trovare un’autonoma sistemazione abitativa. Alcune nuclei famigliari, nelle frazioni di Cossito e Casale, hanno optato per una terza soluzione, quella di condividere uno spazio comune abitativo rimanendo sul territorio vicino alle loro case/attività.

Il progetto intende completare la fase di sistemazione di questo insediamento, migliorandone alcuni aspetti strutturali funzionali alle necessità quotidiane. Dopo l’allestimento di cinque container abitativi il progetto di Caritas si concentrerà sul montare delle tettoie per gli ingressi degli stessi, una pedana in legno di collegamento tra le varie unità abitative, creare uno spazio al coperto ad uso lavanderia, completare l’impianto di illuminazione esterno dell’area del campo, una piccola casetta in legno come spazio comune accanto alla cucina e alla sala da pranzo. Infine due piccoli container ad uso magazzino dove riporre gli effetti personali, salvati dai crolli delle proprie abitazioni, materiale attualmente stivato in una tenda provvisoria. Tale micro-campo servirà per circa 6/8 mesi fino alla consegna dei moduli abitativi previsti dal decreto legge del Governo.

A fine mese di gennaio un volontario della Caritas Lodigiana, insieme ad altri volontari delle Caritas di Lombardia, incomincerà questo progetto, il cui costo si stima sarà di circa 15.000 €

Comunicati di aggiornamento

IMG 0873
IMG 0873
Aperture: 2.2Camera: iPhone 6sIso: 25Orientation: 6
« 1 di 8 »

Con il tuo aiuto possiamo continuare ad aiutare

Donazione ON LINE

Potete usare il vostro conto Paypal, se ne avete uno, oppure la vostra carta di credito (Visa o Mastercard) o carta PostePay. Basta cliccare sul pulsante qui sotto per avviare la transazione sicura.

DONA ORA

Per poter detrarre la tua donazione invia la ricevuta del tuo versamento a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it, indicando il tuo nome, indirizzo e codice fiscale.
Per sostenere un progetto o un segno di servizio specifico indicalo sempre nella causale.

Donazione diretta

presso la sede della Caritas Lodigiana, via Cavour 31 a Lodi (orari: da Martedì al Sabato dalle ore 9.00 alle 12.30)

Offerte ordinarie tramite Bonifico

DIOCESI DI LODI CARITAS  IBAN  IT25Z0335901600100000122184

Offerte deducibili tramite Bonifico o A/B

Il bonifico intestalo a ASSOCIAZIONE EMMAUS ONLUS (strumento operativo della Caritas Lodigiana)
IBAN IT96I0335901600100000122204. Dopo il versamento inviare una mail per la richiesta della ricevuta a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it

  • Condividi:

Condividi con noi

Video Gallery

Flickr Caritas

Calendario

<< Apr 2017 >>
lmmgvsd
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30