Terremoto Centro Italia

amatrice neve

Prosegue l’impegno degli operatori di Caritas Lombardia per promuovere, insieme a Caritas Rieti e alle altre delegazioni, interventi coordinati e sinergici sul territorio.

In particolare, continua il presidio delle Delegazioni di Caritas Lombardia presso la tenda adibita temporaneamente a Centro di Ascolto ad Amatrice dove si continua a sostenere anche l’attività distributiva che avviene esclusivamente in orario mattutino a partire dal mese di aprile. Secondo le indicazioni del Comune di Amatrice e della Protezione Civile, in concomitanza all’apertura dell’area food e del centro commerciale,  che dovrebbero avvenire nel mese di giugno, la tenda di distribuzione verrà progressivamente chiusa.  Tale attività verrà riprogettata a partire da una nuova ed aggiornata mappatura dei bisogni.

Continua anche il supporto alla Caritas di Rieti in ambito strutturale. Dopo una prima fase di riorganizzazione del magazzino a Rieti e della distribuzione ad Amatrice, ora si avvierà la fase di trasloco della merce nel nuovo magazzino della Caritas di Rieti, contemporaneamente si stanno aggiornando ed adattando le procedure e conseguenti modulistiche per le fasi di raccolta, stoccaggio, movimentazione e distribuzione delle merci.

Sono iniziate, da parte dell’équipe di Caritas Lombardia, le visite alle famiglie presso le frazioni di Amatrice in modo tale da garantire presenza ed ascolto anche in zone difficili da raggiungere in quanto lontane da Amatrice. La priorità nella scelta delle visite è sempre legata a criteri di fragilità e vulnerabilità dei singoli soggetti e di interi nuclei famigliari.

Sul fronte abitativo, ad otto mesi dal Sisma che ha coinvolto Amatrice sono state consegnate lo scorso 15 marzo le prime 25 soluzioni abitative di emergenza (SAE). Tale consegna è avvenuta in seguito all’estrazione di nuclei famigliari che avevano precedentemente fatto richiesta sulla base di alcuni requisiti specifici. La modalità di estrazione ha sfavorito la ricreazione dei legami di vicinato, modificando quelli già esistenti e generandone tuttavia di nuovi. In questi mesi sono in corso i lavori di allestimento di altre 31 aree del Comune di Amatrice per un totale di 424 SAE che dovrebbero essere consegnate entro luglio secondo indicazioni della Regione Lazio. Il progetto prevede delle visite domiciliari alle famiglie con lo scopo di affiancarle e supportarle attraverso un accompagnamento a queste nuove soluzioni abitative. L’intervento pone al centro della relazione la prossimità e l’ascolto di bisogni personali e comunitari in modo tale da individuare e progettare degli interventi ad hoc che possano favorire l’adattamento e la ricostruzione del tessuto sociale. Questo progetto pilota è svolto in sinergia con gli enti territoriali quali i Servizi Sociali del Comune di Amatrice e l’ASL di Rieti in modo tale da favorire la comunicazione e la segnalazione di situazioni che necessitano una presa in carico da parte delle Istituzioni di competenza.

In questi giorni stanno poi partendo due progetti.

1) So-Stare con. Il progetto prevede la riorganizzazione dell’area di Accoglienza Caritas ad Amatrice. Uno spazio sarà adibito ad ufficio della Caritas di Rieti ed al Centro di Ascolto. Uno spazio per una piccolo distribuzione con accanto un piccolo magazzino, che progressivamente si ridurranno in termini di giorni e ore di apertura, come diretta conseguenza della definitiva sistemazione abitativa della popolazione nei SAE e l’apertura dell’area commerciale (negozi), così come concordato con il Comune e le altre Associazioni. Un’altra area del terreno verrà adibita a spazio ricreativo formale ed informale per le diverse fasce di popolazione che potranno trovare ambienti specifici sotto una tenda come altri spazi all’aperto accoglienti grazie ad arredi urbani come panchine tavoli e gazebo. Si prevede inoltre, previa autorizzazione della Parrocchia e della protezione civile di istallare un’altalena e dei giochi per i bambini e le mamme.

 

2) Progetto Pilota – Drive Home

Il progetto prevede delle visite domiciliari alle famiglie con lo scopo di affiancarle e supportarle attraverso un accompagnamento a queste nuove soluzioni abitative. L’intervento pone al centro della relazione la prossimità e l’ascolto di bisogni personali e comunitari in modo tale da individuare e progettare degli interventi ad hoc che possano favorire l’adattamento e la ricostruzione del tessuto sociale.

Comunicati di aggiornamento

 

« 1 di 8 »

 

Con il tuo aiuto possiamo continuare ad aiutare

Donazione ON LINE

Potete usare il vostro conto Paypal, se ne avete uno, oppure la vostra carta di credito (Visa o Mastercard) o carta PostePay. Basta cliccare sul pulsante qui sotto per avviare la transazione sicura.

DONA ORA

Per poter detrarre la tua donazione invia la ricevuta del tuo versamento a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it, indicando il tuo nome, indirizzo e codice fiscale.
Per sostenere un progetto o un segno di servizio specifico indicalo sempre nella causale.

Donazione diretta

presso la sede della Caritas Lodigiana, via Cavour 31 a Lodi (orari: da Martedì al Sabato dalle ore 9.00 alle 12.30)

Offerte ordinarie tramite Bonifico

DIOCESI DI LODI CARITAS  IBAN  IT25Z0335901600100000122184

Offerte deducibili tramite Bonifico o A/B

Il bonifico intestalo a ASSOCIAZIONE EMMAUS ONLUS (strumento operativo della Caritas Lodigiana)
IBAN IT96I0335901600100000122204. Dopo il versamento inviare una mail per la richiesta della ricevuta a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it

  • Condividi:

Condividi con noi

Video Gallery Caritas

Flickr Caritas

  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr
  • A photo on Flickr

Calendario

<< Ott 2017 >>
lmmgvsd
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5